Ho delle bolle sulla pelle, di che si tratta?

Beautiful young woman with white tulip on her attractive perfect legs - indoors

Può capitare che i pazienti riferiscano “ ho delle bolle sulla pelle”. E’ bene precisare che il termine bolla indica la presenza di una lesione contenente liquido come indicato nella figura.

Spesso però i pazienti parlano di bolle anche quando notano vari tipi di rilievo sulla pelle come ad esempio papule, vescicole o pomfi .

E’ bene visitare attentamente il paziente per analizzare il tipo di lesione e la loro distribuzione. Se si tratta di una vescicola o di un gruppo di vescicole si dovrà pensare ad una infezioni erpetica. In caso di papule, l’anamnesi la loro distribuzione e la presenza o meno di prurito orienteranno la diagnosi.

Se si tratta di un pomfo, sarà imperativo considerare l’ orticaria sia essa acuta o cronica.

Nel caso ci si trovi effettivamente di fronte ad una vera e propria bolla , essa non va sottovalutata in quanto potrebbe essere espressione di una condizione comune quale la puntura di insetto, l’ustione di II grado o ma anche di patologie dermatologiche bollose molto gravi quali reazioni da farmaci o il pemfigo.

Il pemfigo, patologia su base autoimmune, è oggi una patologia controllabile, ma resta una patologia seria a rapida progressione, con possibile interessamento di occhi e mucose, e soprattutto patologia mortale se non trattata adeguatamente.